L'eccesso emotivo alla luce dell'orientamento della giurisprudenza e della neurocriminologia emotiva

Destinatari
Il corso è rivolto in particolare agli avvocati penalisti e a tutti coloro che, prescindendo dalla propria area di competenza professionale, vogliano acquisire competenze più specifiche sul tema della neurocriminologia emotiva.

L'obiettivo del corso è affrontare il tema della rilevanza degli stati emotivi e passionali sulla condotta criminosa e sulla conseguente responsabilità penale dell'individuo, soffermandosi sull'analisi di una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 20487/2020).

  • La neurocriminologia emotiva
  • Le componenti neurochimiche dell'indole
  • Le emozioni e la loro influenza sui processi cognitivi superiori dell'uomo
  • L'art. 90 del codice penale
  • Gli stati emotivi e passionali nel codice penale e nella giurisprudenza
  • Gli stati emotivi e passionali come causa di esclusione e o attenuazione della responsabilità: le contraddizioni delineate nel quadro del nostro ordinamento giuridico
  • Il caso di specie: la decisione di merito
  • La Sentenza della Corte di Cassazione Penale, Sez I, n. 20487 del 24.06.2020
  • L'incidenza della gelosia nei casi giudiziari


Maggiori Informazioni

  • L'eccesso emotivo alla luce dell'orientamento della giurisprudenza e della neurocriminologia emotiva (Scadenza accreditamento: 19/02/2022)

Maggiori info sul corso